Europa in Ford: Vesterålen

Poco a Nord delle Lofoten capeggiano le Vesterålen, un arcipelago altrettanto ricco di meravigliose vette da scalare e fiordi lungo cui perdersi. Famose soprattutto per un’attività che attira curiosi ed appassionati da tutto il mondo: il Whale Watching. Eh già, perché a poca distanza dalle loro coste è possibile vedere cetacei di ogni genere praticamente tutto l’anno. Uno spettacolo senza pari che è in grado di regalare ogni volta emozioni differenti ed indelebili. Ma perché proprio alle Vesterålen si può assistere a questo incredibile evento con tanta frequenza?

Si suddividono nelle isole principali LangøyaAndøyaHadseløyaHinnøyaAustvågøy, quest’ultima condivisa per buona parte con le Lofoten, assieme ad altre minori. Sicuramente meno trafficate delle più famose sorelle meridionali, anche esse devono la propria prosperità ad attività quali la pesca, la produzione di stoccafisso ed al turismo. E proprio grazie ad una concentrazione turistica meno densa, offrono la possibilità di godere di incredibili camminate lungo panoramici sentieri montuosi o spettacoli quali il Sole di Mezzanotte e l’Aurora Boreale, in tranquillità e libertà. Paesaggi brulli, natura incontaminata, foreste montante, praterie, ghiacciai e piccoli villaggi di pescatori sono ciò che costituisce queste selvagge terre artiche. Qui è possibile scegliere se intraprendere degli itinerari a piedi, in macchina oppure prendere un kayak e circumnavigarle. Qualsiasi sia la strada (e la stagione), la parola d’ordine resta sempre una: natura.

La conformazione naturale della porzione di mare che costeggia l’arcipelago garantisce la quasi costante presenza di cetacei nella zona. Alle Vesterålen c’è un 95% di probabilità di osservare queste affascinanti creature dei mari. A poca distanza dalla terra ferma si trova il Bleik-canyon, posizionato su una placca continentale ricca di nutrimento per numerose specie che a loro volta ne attirano altre di più grandi. Ciò assicura la frequenza di questi animali ed una discreta prevedibilità dei luoghi in cui è facile incontrarli. Durante un’escursione gli esemplari che maggiormente si possono osservare sono le megattere, le orche oppure i capodogli, a seconda alla stagione scelta per la visita. I capodogli sono presenti praticamente tutto l’anno, sempre maschi adulti, perché le femmine rimangono assieme ai piccoli nelle calde acque tropicali. La zona di Andenes, il punto più settentrionale delle isole circa a 300 km sopra il Circolo Polare Artico, offre la perfetta base di partenza verso il Mar di Norvegia che raggiunge ragguardevoli profondità già a poca distanza dalla linea costiera.

A causa di una recente modificazione nelle rotte migratorie, tra ottobre e dicembre bisogna spingersi più a nord per incontrare megattere e orche, che scendono verso Andenes da metà gennaio. Esse seguono i banchi di aringhe (tra i più grandi del mondo) che scelgono queste acque per la deposizione delle loro uova. Durante l’inverno è facile scorgere gruppi interi di animali percorrendo una brevissima distanza, compresa tra le 3 e le 5 miglia nautiche. Io ad esempio ho visto ben 9 capodogli suddivisi a gruppetti di 3 durante la mia uscita. Inoltre è possibile fare snorkeling con le orche quando queste sono intente a seguire i banchi di pesce ed a nutrirsi. Tra le altre specie che frequentano la zona ci sono delfini, focene, globicefali, la balena minke e la balenottera comune. Oltre al Whale Watching, le Vesterålen offrono anche la possibilità di fare Bird Watching, soprattutto nella stagione estiva. Personalmente ho preferito affidarmi ad una compagnia che cura molto la propria attività nel rispetto dell’ambiente e dei viaggiatori stessi, la Sea Safari Andenes. Usano imbarcazioni più piccole che garantiscono un’esperienza autentica. Si tengono in costante contatto con le autorità locali ed i biologi per avere maggiore conoscenza e comprensione dell’ecosistema marino che esplorano.

Alla ricerca dei capodogli con l’idrofono

Vi consiglio vivamente di dare un’occhiata anche al sito ufficiale delle isole per scoprire escursioni, itinerari, attività guidate e scoprire l’enorme fascino di queste meravigliose terre che spero di poter visitare nuovamente al più presto.

In conclusione, le Vesterålen offrono un’indescrivibile gamma di esperienze che si possono veramente sperimentare sulla propria pelle, permettendoci di rivivere emozioni che spesso rimangono sopite nel frenetico moto della vita. Qui ci si ricorda che vale la pena fermarsi in mezzo al nulla, guardarsi attorno e prendere un bel respiro godendo a pieni polmoni di tutti i colori esplosivi, prima di ripartire carichi e gioiosi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...