REALM OF NATURE: Photos comes to Life- Saal Professional Line Photobook

Ogni fotografo arriva ad un certo punto in cui avverte un bisogno impellente, una necessità che deve essere a tutti i costi soddisfatta: stampare le proprie foto. Tenere tra le mani il frutto materiale e tangibile delle proprie creazioni è qualcosa di difficilmente descrivibile. Ci si sente come dei bambini, io già mi vedo dall’esterno, con questo sorrisino frastornato mentre volto le pagine di un album con delicatezza per non sciuparle, perdendomi in ogni sfumatura, ombreggiatura, esplosione di colore. Ma soprattutto prendendomi tutto il tempo necessario per farlo. Ecco, dopo decine di migliaia di fotografie, hard disc straripanti e visione su ogni tipo di supporto digitale, ho avvertito questo richiamo inderogabile. Erano anni che non stampavo nulla, un po’ per pigrizia, un po’ perché nel tempo avevo accumulato foto sparse in album improvvisati e infine perché non avevo ancora un solido progetto fotografico concretizzato. Poi il 2020, un anno che ha cambiato le vite di ciascuno di noi senza chiederci il permesso. Un anno che mi ha costretta sulla sedia per più ore del necessario, facendomi soffermare e riflettere. Così è nato il mio progetto Realm of Nature. Ho scoperto e riscoperto un intero mondo che a lungo avevo ignorato. A dicembre scorso ho deciso di dargli vita, ho iniziato a selezionare le immagini, ma poi come spesso accade, è rimasto dormiente dentro una cartella sul mio desktop. Qualcosa mi frenava, forse mi mancava il coraggio.

Allora ho deciso di fare un esperimento, una “prova del nove”: a Natale ho scelto di regalare degli oggetti contenenti mie fotografie per vedere che effetto avrebbero prodotto. Un paio di stampe, una tazza, un puzzle e un paio di calendari. Mi sono chiesta a lungo dove e come realizzare questi prodotti, chi mi conosce lo sa, sono puntigliosa e perfezionista! Non mi accontento di qualcosa che non sia eccezionale. Dopo qualche ricerca mi è tornato alla mente un video condiviso dai creatori del canale L’occhio del Fotografo che, a loro insaputa, mi hanno veramente cambiato la vita nel mondo della fotografia (per ciò gli sono incredibilmente grata!) e i cui contenuti apprezzo tantissimo: La stampa del fotolibro – Recensione di Saal Digital. Mi sono convinta ad affidarmi a Saal Digital per questa avventura. Il risultato mi ha lasciata incredibilmente sodisfatta e quando ho recapitato i doni ai destinatari sono rimasta ancora più soddisfatta grazie alle loro espressioni di sincero apprezzamento.

Era quindi giunta l’ora di fare il passo! Ho iniziato a cercare il prodotto più adatto alle mie esigenze quando in maniera del tutto inaspettata mi è passata davanti un’ad su Instagram rivolta ai fotografi interessati alla creazione di un fotolibro della linea professionale su Saal (ogni tanto le pubblicità tornano utili!). Offriva la possibilità di provare il prodotto fotografico in seguito alla compilazione di un brevissimo formulario nel quale si richiedeva di raccontare il proprio rapporto con la fotografia e l’interesse nei confronti del prodotto stesso. Ciò che si richiedeva in cambio era una sincera ed autentica opinione con il duplice intento di far conoscere il proprio lavoro e migliorare lo standard qualitativo offerto. Mi è sembrata una meravigliosa opportunità per qualcosa che già avevo in mente di acquistare, ho tentato la sorte. Nella policy avevo letto che ci potevano volere giorni per ricevere un riscontro, perciò mi sono messa il cuore in pace dicendomi di pazientare. Ho provato un moto di contentezza quasi infantile quando dopo soli 12 minuti mi è giunto il messaggio di approvazione!

Che dire, mi sono immediatamente fiondata sul sito per vedere di cosa avrei avuto bisogno per la realizzazione di questo progetto: già nella stessa mail è linkata la pagina in cui reperire i profili ICC, che consentono di testare il risultato finale in base al tipo di carta scelta per la stampa. Ho trovato il tutto professionale e curato nei minimi dettagli. Una volta decise le foto, non mi restava che scegliere i requisiti estetici: formato, materiale per la copertina, eventuale confezione regalo e naturalmente tipologia di carta. Ho optato per una semplice copertina in ecopelle nera, che imprime un tocco di intramontabile eleganza, come formato ho osato un 40*30 perché volevo donare quanto più spazio possibile ai miei paesaggi, infine, con non poco timore, ho scelto una stampa su carta lucida, affidandomi al suggerimento di Saal. Ho deciso di assemblare il tutto direttamente tramite il sito, perché personalmente non ho avuto un’ottima esperienza con il programma (sebbene devo premettere che sul sito ci sono tutorial che ne spiegano per filo e per segno tutto il funzionamento), che sul Mac mi ha dato qualche noia e un paio di crash inaspettati. Una volta terminato l’assemblaggio, non mi restava che aspettare. E credo di non aver mai atteso con maggiore impazienza l’arrivo di un corriere. Con mia immensa sorpresa è arrivato dopo soli 5 giorni, con una settimana di anticipo sulla previsione. Ho scartato freneticamente la mia creatura e come sempre devo constatare la cura di Saal nell’imballaggio dei prodotti.

Finalmente era lì, davanti a me, grande, pesante quanto solo un prodotto di qualità eccelsa sa essere, con la superficie raffinata di notevole impatto visivo e una linea di testo pulita: Realm of Nature. Ero pronta a tuffarmi.

Ma restava ancora una paura, ovvero la carta lucida, che nella mia testa risuonava tanto come ditate. Altra sorpresa, ma che lo dico a fare, ormai dovevo saperlo che mi potevo fidare: la carta spessa, corposa, perfettamente rilucente e fedelissima nei colori in grado di rispecchiare sfumature brillanti e punti di nero vivissimi, non si macchia né vi si formano ditate! Girando quelle pagine mi sono davvero emozionata.

Ho realizzato di avere tra le mani un prodotto così ben fatto, così autentico che non ho saputo resistere e ho voluto ricreare il viaggio che la mia mente ha fatto nello sfogliare il fotolibro, attraverso un breve video.

In conclusione, lo rifarei mille volte, non vedo l’ora di ultimare nuovi progetti fotografici per realizzare nuovi fotolibri, anche se il mio prossimo sogno nel cassetto è quello di provare il loro album portfolio. Chi mi conosce di persona sa che non sono lusinghiera, sa che amo la giustizia e l’onestà sopra ogni altra cosa e onestamente non posso che ringraziare di cuore Saal e tutto il suo staff, perché chi fa un bel lavoro va lodato e merita di essere conosciuto! Spero che anche voi abbiate dei bei progetti fotografici, che siano le vacanze, degli eventi o semplicemente ricordi di vita e che possiate tenerli nelle vostre mani, rivivendoli con emozione per gli anni a venire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...